L’amante di porcellana

Bella,Bianca e ruvida.. Ancora da modellare con molto affetto la sua pelle mista di sangue cotto con il mosto nero del tradimento alla voglia liquida di liberta’. Mira voleva solo Amore, Io volevo solo Amore. Intimo riflesso di dolcezza mancata Da Chi ci odiava, senza mollare la Presa sulla nostra liberta’. Ma il nostro Amore di porcellana, Era troppo fragile, troppo vicino nel rompersi. Vedevo la fantasia del corpo, perdersi dal comune odio geloso dei nostri partner non desiderati. .Perdersi!, o Amare l’amante sconosciuto nel vuoto del perche’ continuare a soffrire. Ecco ieri non la vidi piu’, oggi capisco toccando la sua Mano morta, Cosa sia veramente l’Amore. La perfidia di non essere se stessi. Il coraggio egoistico di non provare Vero Sentimento, ma solo opportunismo. Paura, Ecco ti Giro la mia Anima e taggo la Mia Paura nell’ultimo sguardo all’obitorio. Sono solo, perche’ ho perso te stessa dentra me. Non ho auto coraggio di gridare, Ti Amo. Come colla per uccidere I topi,loro semplici esseri comuni, legati ad uno scopo semplice.Cercate cibo, in Fondo come noi. Noi li uccidiamo per Paura. Paura di perdere niente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...